Biografia - Maurizio Blini Web Site

Vai ai contenuti

Menu principale:

Biografia



Maurizio Blini si è laureato in Scienze dell'investigazione all'Università degli Studi dell'Aquila ed è stato un investigatore della Polizia di Stato per oltre 30 anni.
Nel corso della sua esperienza professionale si è concesso all'impegno politico sindacale nel tentativo di favorire i processi di democratizzazione e sindacalizzazione degli apparati di sicurezza. E' stato Segretario Generale del Siulp Piemonte (sindacato italiano unitario lavoratori polizia) dal 1991 al 1996 e dirigente nazionale nello stesso periodo. Ha ricoperto la carica di Segretario Generale del Silp Cgil Piemonte dal dicembre 1999, atto di nascita da una scissione dal Siulp e Segretario Generale del Silp Cgil di Torino, dal 2001 al 2005. (mantenendo per questi anni la doppia carica con quella di Segretario Nazionale.)
Nel novembre 2005 è stato riconfermato Segretario Nazionale del Silp Cgil per il secondo mandato.
Nel corso di queste esperienze ha ricoperto l'incarico di Direttore politico del mensile di attualità politico-sindacale, "Oltre", organo ufficiale del Siulp Piemonte dal 1992 al 1996 e, successivamente, del mensile "Il Taglio" organo ufficiale del Silp Cgil Torino, dal 2001 al 2005.
Nel mese di febbraio 2007, ritenendo esaurita la carica propulsiva e ideale che lo aveva condotto a questo tipo di impegno ha rimesso il suo mandato con le dimissioni da tutte le cariche ricoperte ed è rientrato in servizio attivo.
Nel 2009, si è congedato dalla Polizia di Stato con il grado di Commissario.
Dal 2009 al 2011 è stato Amministratore di Securomnia, Intelligence & Security Consulting.
Negli anni accademici 2013-14 e 2014-15  è stato docente di letteratura gialla e poliziesca all'Università della terza età di Torino con il corso: Torino criminale. Tutti i colori del giallo. www.unitretorino.it

Pubblicazioni

Dopo la pubblicazione di suoi racconti in varie antologie, nel luglio del 2007, viene edito dalla Ennepilibri Editrice il suo primo libro, "Giulia e altre storie", una raccolta di 20 racconti.
Esce l’anno successivo, (2008) sempre per Ennepilibri Editore, “Il creativo”, un noir ambientato a Torino che racconta di un killer seriale e della follia legata ai traumi infantili. Il romanzo riceve la "Segnalazione Arte Città Amica" della 5^ edizione 2008 del premio nazionale di arti letterarie.
E’ del dicembre 2009, edito da A&B editrice, il romanzo, “L’uomo delle lucertole”,  giallo intimista che riscuote apprezzamenti nelle recensioni e critiche nazionali.
Nel 2011 viene pubblicato il romanzo "Il purificatore", (A&B Editrice) giallo ambientato a Torino che vede quale protagonista un sacerdote.
Seguono i romanzi pubblicati per Ciesse Edizioni, "Unico indizio un anello di giada"(2012), "R.I.P. Riposa in pace" (2013) e "Fotogrammi di un massacro»(2014).
Nel 2015 viene pubblicato "Figli di Vanni» scritto con Gianni Fontana (Golem Edizioni), un romanzo che ha come filo conduttore il terrorismo e  gli anni di piombo.
Nel 2016 viene pubblicato "Rabbia senza volto" Golem Edizioni, ottava indagine dei protagonisti Maurizio Vivaldi e Alessandro Meucci.

Riconoscimenti

Dopo essersi evidenziato in alcuni premi letterari nazionali e internazionali con vari racconti, la giuria della XIII edizione del Premio Letterario Internazionale “Trofeo Penna d’Autore” (edizione 2006) conferisce al suo racconto “Il dottor AB” il primo premio assoluto. Sempre in quell'anno, riceve un ulteriore riconoscimento classificandosi secondo al premio letterario “narratori in divisa” a tema racconti al buio, edizione 2006, promosso dalla rivista Polizia Moderna. Partecipa e convince con "Giulia", un racconto suggestivo ambientato in una Torino notturna dalle atmosfere noir e riceve il premio dal presidente della giuria Carlo Lucarelli alla Fiera internazionale del libro di Torino. Il racconto verrà poi successivamente  tradotto (da Aksana Danilchyk) e pubblicato due volte in Bielorussia, su Prajdzisvet (2012) e nella raccolta "Delitto, Sir!" Knigazbor (Minsk 2013).

Nel 2008, il romanzo “Il creativo”, (Ennepilibri Editore) riceve la "Segnalazione Arte Città Amica" della 5^ edizione 2008 del premio nazionale di arti letterarie.

In data 8 settembre 2012 si aggiudica il premio "Dalla realtà all'immaginario" a "I sapori del giallo", rassegna di letteratura poliziesca e gastronomica edizione 2012. Langhirano (Parma)
Nel settembre 2013  è finalista del Premio Mariano Romiti con il romanzo "Unico indizio un anello di giada", Ciesse Edizioni, insieme a Maurizio de Giovanni, "Il Metodo del Coccodrillo", (Mondadori) e Roberto Riccardi, (vincitore)  "Undercover", (E/O).
Nel settembre 2014 si aggiudica il Premio "Rinaldo Scheda - Spirito della Riforma" a "I sapori del giallo", - rassegna di letteratura poliziesca e gastronomica di Langhirano (PR) .
Nel 2017, è finalista di due premi:
-  Premio Letterario del Festival Giallo Garda (Editi) con il romanzo "Rabbia senza volto"  Golem Edizioni, in cui si  aggiudica il  secondo posto (Primo classificato Ciro Pinto, Terzi pari merito,  Dario Balzaretti e Luca Occhi)
-  Premio Letterario "I sapori del Giallo" indetto dall'omonimo Festival della Letteratura Poliziesca e Gastronomica di Langhirano (PR) in collaborazione con il Giallo Mondadori, con il racconto "Segreti di famiglia".
Il 9 settembre presso il Castello di Torrechiara (PR), nell'ambito della manifestazione "I Sapori del Giallo" si aggiudica il premio speciale della Giuria "Rinaldo Schiera".

Torinoir

Maurizio Blini è uno dei 12 scrittori fondatori di Torinoir. www.torinoir.it

Con Torinoir pubblica i racconti "Oltre la vita” inserito nell'agenda MemoNoir 2015  (Prefazione di Bruno Gambarotta) Golem Edizioni, (settembre 2014) "La notte di San Lorenzo”  inserito nell'antologia "La morte non va in vacanza", 12 racconti e sei storie di cronaca vera raccontate da Beppe Gandolfo, Golem Edizioni (maggio 2015),  "Il Passato che torna”, Memonoir 2016 (prefazione di Margherita Oggero) Golem Edizioni. (settembre 2015)
Nel mese di aprile 2016, con Torinoir, pubblica un’antologia in versione digitale, "Torinoir vol. 1 ", Dodici autori, ventiquattro "VERE STORIE NERE", casi di cronaca visti attraverso la lente del noir, dodici "SHOTS STORIES", storie veloci come una pallottola.  Non solo un libro, non solo un’antologia, non solo semplice cronaca. Nel mese di aprile 2016 il racconto "Oltre la vita" è inserito nell'antologia E-book "An To Noir Vol. 1" Golem Edizioni. Nel mese di luglio 2016  il racconto "La notte di San Lorenzo" è inserito nella riedizione dell'antologia  "La morte non va in vacanza"  titolata "SummerNoir". Prefazione di  Margherita Oggero. 11 racconti degli scrittori torinesi di Torinoir. Golem Edizioni - in allegato al quotidiano LA STAMPA. Nel mese di ottobre 2016 sono pubblicate rispettivamente la Memonoir 2017, Golem Edizioni, con il racconto "Amori e segreti" e Porta Palazzo in Noir, Edizioni del Capricorno (in allegato al quotidiano LA STAMPA), con il racconto  "Alba di morte a Porta Pila"  scritto a quattro mani con Patrizia Durante. Nel settembre 2017 il racconto scritto a quattro mani con Marco G. Di Benedetto "Cani infernali" è inserito nella raccolta "Il Po in noir" a cura di Torinoir, Edizioni del Capricorno (in allegato al quotidiano LA STAMPA).




Libri già pubblicati

“Giulia e altre storie” Ennepilibri Editore (2007) ("Giulia" tradotto e pubblicato in Bielorussia - 2012 e 2013)
“Il creativo” Ennepilibri Editore (2008)
“L’uomo delle lucertole” A&B Editrice (2009)
“Il purificatore” A&B editrice (2011)
"Unico indizio un anello di giada" Ciesse Edizioni (2012)
"R.I.P. (Riposa in pace)" Ciesse Edizioni (2013)
"Fotogrammi di un massacro"  Ciesse Edizioni (2014)
"Figli di Vanni" (con Gianni Fontana) - Golem Edizioni (2015)
"Rabbia senza volto" Golem Edizioni (2016)

Prefazioni

- Prefazione del romanzo di Bruno Pugno Bre, "Calce viva", edizioni Sottosopra. (2013)

- Prefazione del romanzo "Nelle nebbie del gambero d’oro"di Gianna Baltaro, primo dei 18 gialli della scrittrice    torinese ripubblicati da Golem Edizioni. (2016)


Torna ai contenuti | Torna al menu